domenica 30 ottobre 2011

Elezioni comunali 2012

Dallo spunto di un lettore nasce una nuova pagina, accanto a questa, dove l'argomento sarà la tornata elettorale per le Comunali del 2012 che andranno a rinnovare l'amministrazione.
Spazio aperto a suggerimenti, soffiate, a semplice gossip... La campagna elettorale è ufficialmente aperta!
Ps: scrivete tutto ciò che è inerente all'argomento in quella pagina e non collegato ai post della Home page... E magari firmatevi...

5 commenti:

  1. Gentile Sig.Andrea,

    prendo spunto dalla Sua frase “La campagna elettorale è ufficialmente aperta” per chiederle gentilmente di esporre, se come presumo sarà candidato al Comune di Auronzo, alcuni punti che Lei ritiene essenziali per lo sviluppo socio-economico del paese nei prossimi cinque anni a venire.

    Cordiali saluti
    Dante Da Pra
    Via Reane, 22 – Auronzo

    RispondiElimina
  2. Riporto questo post nella pagina specifica, per non mandare l'argomento "fuori schermo" quando ci saranno altri post...per favore, continuate a scrivere lì, firmandovi come ha fatto, e lo ringrazio per questo, il signor Dante Da Pra.

    RispondiElimina
  3. Proposta per il programma :
    Il compromesso storico rinuncia al nome DOLOMITI DI SESTO.
    Lo sanno anche loro che è falso, è giunto il momento di chiamare tutto col proprio nome. Basta definire la zona dei Cadini Dolomiti di Sesto. Si faccia l'accordo denominando il territorio DOLOMITI TRE CIME-DREI ZINNEN.

    RispondiElimina
  4. Marco Vecellio8 gennaio 2012 18:05

    Gentile signor Martini Silvano;
    gentile signor Quinz Andreas,
    considerato quello che fino a ora si è visto succedere in tema di appalti è abbastanza vergognoso in Auronzo, posso permettermi di proporre una soluzione, e mi dica se e' fattibile e può attuarla.
    La crisi c'è anche in paese, artigiani e imprese locali non passano certo un felice periodo. Dunque mi chiedo se non sarebbe normale o addirittura doveroso da parte dell'amministrazione comunale redigere un atto di indirizzo ufficiale con il quale si imponga ufficialmente che per ogni appalto si devono convocare ditte avente la sede in Auronzo e paganti tasse e imposte al comune stesso.
    Qualora ciò non fosse possibile si potrà comunque sempre con un atto ufficiale di giunta o consiglio obbligare il responsabile del procedimento a convocare comunque anche per una gara informale che è sempre obbligatoria anche sotto i 20000 euro sempre e in tutti i casi le imprese, ditte e tecnici locali (questi sempre) e eventualmente anche altri di fuori ma comunque le persone locali sempre interpellate.
    Così facendo si instaurerebbe un procedimento logico e tutelare dell'intera economia locale. solo così facendo si potranno limitare i danni della congiuntura economica.
    Inoltre questa procedura porterebbe anche risparmio per i conti pubblici garantendo sempre il servizio al costo minore e una qualità certa in quanto i locali operano in paese e sono a disposizione facilemnte in caso di problemi.
    Bisogna che limitate e cvigilate sul libero potere del dirigente dell'ufficio tecnico di decidere a sua discrezione utilizzando i soldi nostri.
    Gradirei cortesemente una ufficiale risposta sul blog e un relativo impegno di presa di posizione.
    Cordialità.
    Vecellio Marco

    RispondiElimina
  5. Signor "Luciano", mi dispiace, favorevoli o contrari, i commenti non firmati chiaramente non possono trovare spazio in questo blog. Felice di scrivere qualunque cosa, priva di insulti, che sia riconducibile all'autore. Sperando di rileggerla, cordiali saluti.

    RispondiElimina