giovedì 14 febbraio 2013

F.A.Q.



Quello che mi chiedevano i concittadini, tra altre cose, nel mio breve... Pontificato d'assessore, era un canale diretto di dialogo con l'Amministrazione, dove poter trovare le risposte alle FAQ (frequently asked questions), cioé alle domande piú comuni e condivise.
Questo é un metodo, utilizzato oramai da quasi tutte le ditte internazionali,  per evitare che vengano riproposte le stesse domande da decine di utenti/cittadini. Ogni sito oramai ha la pagina delle FAQ... (Non delle Fuck...)
Nel momento stesso in cui ebbi notizia del nuovo blog del gruppo di maggioranza, gestito personalmente da ancora non so chi, auspicai che Daniela e Co. Avessero fatto loro questo principio e che le sollecitazioni a me rivolte fossero arrivate anche a loro, se non addirittura che da loro fossero nate. Ma purtroppo non é cosí, anzi, il blog di Auronzo Viva é ancor piú chiuso e... Morto degli altri.
A volte basta parlarsi, basta chiedere per avere delle risposte soddisfacenti che mettono a tacere certi maligni. É il caso del "probabile" Larese Alberto (Fece, sei tu?) che sul martinBlog parla di non meglio precisate schifezze degne di fucilazione immediata. Forse, dico forse, se avesse chiesto lumi ai protagonisti, magari con toni pacati, e questi avessero rese pubbliche le proprie ragioni, sarebbe stato soddisfatto. E con lui tutti coloro che avessero gli stessi dubbi.

In teoria sarebbe il compito di un qualsiasi consigliere comunale, di qualunque corrente politico-amministrativa, quello di farsi portavoce del popolo tutto. Nella realtá si é portatori d'interessi molto piú ristretti.
Alla luce di cosa oggi accade in paese, perdonate la mia presunzione, mi sento in dovere di prendere il posto della maggioranza, che avrebbe potuto aprire un canale di comunicazione con la popolazione, e della minoranza, che non ha colto questa opportunitá, e mi farò tramite, o in maniera informatica o in quella tradizionale, di interpellare i diretti responsabili e di pubblicare le risposte su questo blog, aprendone un settore FAQ specifico. Da domani, salvo problemi tecnici...

3 commenti:

  1. immaginavo che certi chiarimenti sarebbero arrivati presto: OVVIAMENTE il Larese Alberto scrivente nel Martinblog NON è il buon "Fece" che certo non scriverebbe mai una cosa simile e lo ha ribadito telefonandomi...
    Ma questa mia provocazione serve a sottolineare come spesso appaiano commenti con furto di identità (punito dalla legge, così come lo è anche chi non verifica la fonte delle informazioni prima di renderle pubbliche!!!)
    Perfavore, Anonimo bloggatore ed insultatore di amministratori presenti e passati, di personaggi più o meno pubblici, TAPPATI QUELLA FOGNA DI BOCCA SE SONO LE SOLITE INSULSE FANDONIE O SPORGI DENUNCE, SE HAI DELLE PROVE O CERTEZZE... CODARDO!!!

    RispondiElimina
  2. Alberto Larese De Tetto16 febbraio 2013 16:35

    Ciao Quinz,
    ti ringrazio per lo spazio concessomi sul tuo blog.
    Sono Alberto Larese De Tetto, quello "di Bologna"...
    Con questa risposta intendo mettere la porla FINE alla questione del commento pubblicato a mio nome (e quello di A. Larese Fece) sul blog di Martini.
    Come già specificato qualche ora fa da Silvano (che ringrazio per la celerità nel cancellare il post della discordia e per aver pubblicato un chiarimento sulla vicenda) NON SONO L'AUTORE DI QUEL POST; inoltre, MI DISSOCIO TOTALMENTE DA QUANTO SCRITTO IN ESSO.

    Non so chi sia l'autore di tal commento, ma ti posso garantire, caro Anomino bloggatore, che TI E' ANDATA GRASSA, come si dice qui in Emilia: il furto d'identità, secondo il D. Lgs. 196/2003 Articolo 167, è infatti un REATO PENALE, punito con un minimo di 6 MESI fino ad un massimo di 3 ANNI DI RECLUSIONE.

    Vorrei gentilmente ricordare ai 2 titolari dei blog auronzani, che l'indirizzo email NON CERTIFICA L'IDENTITA' DEL COMMENTATORE: in meno di 1 minuto è possibile infatti crearsi un account fasullo di posta elettronica, rilasciando generalità di fantasia al gestore del servizio, dato che nessuno ci obbliga a certificare le informazioni che forniamo al momento della registrazione. Si potrebbe ad esempio creare un account del tipo "mario.rossi@hotmail.com", postare un commento su uno dei blog e rispondere alla mail di verifica del titolare con "Sì certo sono Mario Rossi!", firmato... Mario Rossi!

    Ad eccezione dell'indirizzo di posta certificata e della firma digitale, L'UNICO MODO per certificare l'identità del commentatore è il RECAPITO TELEFONICO: basta una chiamata per verificare l'autenticità della firma, senza contare che in Italia i numeri telefonici sono associati ad una carta d'identità. Conosco personalmente titolari di blog qui del posto che hanno passato guai seri per la leggerezza di non verificare accuratamente l'identità dei propri commentatori e che, in seguito, sono dovuti ricorrere proprio al recapito telefonico come unico metodo possibile di certificazione.

    Infine, come nota personale, trovo alquanto TRISTE che certi soggetti come l'Anonimo bloggatore sia tra le uniche entità (ad eccezione di qualche rarissimo caso) ad esprimere il proprio giudizio, seppur distorto, sulle vicende di un paese che sta attraversando uno dei momenti più critici della sua storia recente. Dove sono i giovani? Dove sono le idee? Guardando internet Auronzo sembra un paese fantasma. Non basta criticare al bar e con gli amici le varie amministrazioni comunali presenti e passate, bisogna ESPORSI ed accettare in maniera costruttiva ANCHE le critiche negative: qualcuno vi dirà che avete ragione, altri che avete torto, altri ancora proporrano idee alternative e così via... fino a creare un opinione pubblica che possa influenzare DAVVERO le scelte in municipio.
    E se non vi date da fare VOI che ci vivete, chi dovrebbe farlo??? L'Anonimo bloggatore? Gli auronzani sparsi per il mondo? L'Alberto di Bologna che viene in paese 10 volte l'anno se sono tante??? Personalmente, nel limite delle mie possibilità sto cercando di contribuire al progetto PIANO DI SVILUPPO TURISTICO AURONZO DI CADORE 2012-2020 avviato dall'amministrazione qualche mese fa... e voi AGNO SEU???

    Vi saluto e Vi ringrazio per l'attenzione, sperando di tornare tra le mie amate montagne il più presto possibile.


    Alberto Larese De Tetto

    RispondiElimina
  3. Grazie per il chiarimento, Alberto, grazie soprattutto per aver ribadito ciò che vado da tempo sostenendo: l'anonimato, in tutte le sue forme, è il modo più meschino di porsi. Purtroppo alcuni non solo hanno sempre "sofeou su le bronthe", fomentando una protesta... da bar, ma ne hanno fatto strumento di vendetta.
    Raccolgo l'invito di verificare, ove servisse, attraverso il numero telefonico, l'identità dei commentatori.
    Ricordo che questo blog comunque non è mai stato teatro di insulti o dichiarazioni mendaci. Forse proprio per questo, meno frequentato da "untori" di quello del Silvano Martini.

    RispondiElimina