sabato 8 dicembre 2012

Non sparate sul postino...

cercando gli appalti nel sito del sito del comune...


Pubblico la seguente lettera, trovata nella mia casella email, firmata ma con richiesta di anonimato.


Buongiorno signor Quinz. La mia posizione lavorativa non mi permette di espormi pubblicamente, quindi le chiedo di restare anonimo ai lettori, troverà in calce i miei recapiti.
Intervengo perché anch’io sono uno dei delusi di questa amministrazione.
Deluso da sei mesi di controsensi. Deluso da sei mesi di mancata trasparenza, di mancata comunicazione, di mancato decisionalismo, di mancato rispetto delle promesse elettorali.
Sia chiaro, non mi aspettavo miracoli. I miracoli li avevano promessi, ma speravo in delle buone azioni, quantomeno.
Speravamo tutti, credo anche gli elettori di Antoniol, in una evoluzione informatizzata e un’informazione maggiore del quasi nulla precedente. Se possibile, questi hanno fatto peggio. Una rinfrescata grafica al sito, commissionato agli stessi foresti di prima, e zero contenuti. Addirittura meno di prima. Mi aspettavo che dessero subito l’incarico al loro sostenitore Sualon, ma probabilmente ci sta ancora lavorando.
Comunicazione zero. Anche i giornali riportano qualche trafiletto ogni morte del Papa, come si suol dire. Neppure replicano alle accuse di una Tatiana, nonostante siano aleatorie, come d'altronde tutta la politica della Pais. Ma della pochezza di questa parlerò a tempo debito.
Si urlava: “via la commissione edilizia, via i burocrati di palazzo, via gli amici degli amici!!!”. Hanno cambiato la prima, mantenendola, con i propri uomini-commissari. I burocrati e ingegneri sono al loro posto, con ancor più potere visto che non esiste controllo. Gli amici degli amici sono stati sostituiti con amici degli amici ma non amici degli amici di prima.
Slogan: “Appalti pubblici anche per la carta igienica, e lavoro ai paesane!!!”. Notizie sull’appalto della Malga Rinbianco, ad esempio? O, a proposito di carta, a chi la gara per i manifesti delle manifestazioni? Incarico presidenza Auronzo d’inverno ad un “uomo di successo” ed esperto del settore, di nota famiglia appartenente alla regola di Reane. Parente dell’esperto di marketing turistico che verrà presto assunto? Alla faccia del lavoro ai paesane.
Manuale Cencelli applicato alla lettera. Per tutto, compreso le manifestazioni. Come spiegarsi la festa della birra sui prati del Ribotta? E l’illuminazione dello skilift? La chiusura dello ski bar (unico settore in attivo della A.d’I.)? Nel carnet, in un trafiletto apparso sui giornali, uniche novità una gita con le ciaspe al Carpi (…) e concerto all’Ottavo Nano. Ma abbiamo in prospettiva anche il “Campionato italiano dei segaioli”. E di nuovo le canoe con quello che chiedeva 20.000 euro per farlo (più i costi), ma ha amici albergatori. In arrivo un torneo di minigolf da contrapporre al golf su neve di Cortina.
E’ cambiato tutto. Esattamente come cambia all’alternarsi dei governi d’Italia. Probabilmente avevamo bisogno anche noi di un Monti. E pensare che ne avremmo tanti in paese……
Spero che questo mio sfogo sia di spunto a chi vuole svegliare questa amministrazione. Spero che sia utile alla minoranza e maggioranza. Spero che sia utile ad Auronzo. Amo Auronzo. Mi fa rabbia vederlo addormentato. 

4 commenti:

  1. Alberto Corte Sualon8 dicembre 2012 23:51

    Carissimo concittadino le rispondo per la parte che mi compete, dato che vengo ritenuto sostenitore dell'attuale governo comunale e incaricato al sito web, bene entrambe le informazioni sono errate, per quanto riguarda i miei rapporti lavorativi con il comune (e consociate tipo consorzio, auronzo d'inverno ecc...) non esistono e non sono mai esistiti, mai sono stato consultato per il sito, software vari o per forniture informatiche varie; mai mi è stato chiesto un preventivo, e non penso mi chiameranno mai, non per mia volontà o disponibilità (che ho sempre dato e più volte mi sono reso disponibile anche gratuitamente a risolvere problemi specifici).
    Non mi sento di dare giudizi sui lavori di altri però posso dire senza paura di essere smentito che non si certo cercata l'eccellenza e che tutto quello che è stato fatto da "foresti" poteva essere fatto, anche meglio, in Auronzo.
    Evito di parlare, in questa occasione, dei rapporti lavorativi fra la pubblica amministrazione e la mia altra attività, ma anche in questo caso non posso certo dire che siano idilliaci.
    Per quanto riguarda il mio sostegno alla lista posso dire solamente che io ho votato mia cugina Tatiana e che ho una grande stima di Silvano Martini, mi risulta che nessuno dei due sia nella attuale maggioranza.
    Saluti
    Alberto

    RispondiElimina
  2. Alberto Corte Sualon8 dicembre 2012 23:57

    dimenticavo riguardo il manuale Cencelli non posso che darle ragione.

    RispondiElimina
  3. Quasi anonimo lettore, vedo che il tuo post ha già raccolto molti voti e una replica di un Alberto Corte Sualon che ha messo a tacere le solite chiacchiere da bar e, contestualmente, ha fatto "outing" elettorale. Hai giá raggiunto due risultati ma, credo, non era questo il tuo obiettivo, piuttosto ti auguravi una "giustificazione" da parte degli amministratori se non altro per non essere accusati anche di supponenza ma, al momento, cosí non é. Capisco il tuo sfogo, accanto agli altri, sull'abitudine di sostituire, sia alla casa madre che nelle "controllate", i dirigenti con persone piú "allineate" alla politica della maggioranza consigliare. Non è una pratica legata al malcostume tipicamente italico, sappi che negli Stati Uniti od in Brasile, ad esempio, l'intero staff comunale viene interamente sostituito ad ogni elezione. Non ci sarebbe nulla di male se questo avvenisse alla luce del sole e fine a se stesso, ma purtroppo é spesso usato come premio o punizione post voto, Spesso é richiesto dagli elettori, a volte promesso in campagna elettorale.
    Io sarei per la sostituzione solamente di chi è incapace, conserverei invece con cura l'esperienza, la capacità di quelle persone in grado di dare un valore aggiunto all'amministrazione.
    Per gli altri argomenti che hai toccato, mi riservo di dire la mia in occasione di specifici commenti perché meritano tutti un approfondimento, oggi concludo citando il tuo finale: "spero sia utile alla maggioranza ed alla minoranza"; io non sono ne l'una ne l'altra, ma come te pretendo di piú.

    RispondiElimina
  4. Ho sbagliato, non dovevo pubblicare un post di chi m'ha chiesto di non far comparire il suo nome (Non è un anonimo,sia chiaro, non è uno che parla senza metterci la faccia, una persona che si assume le sue responsabilità su ciò che ha dichiarato ma per evitare "ritorsioni",anche se non credo della maggioranza ma gente a loro vicina magari si, che m'ha chiesto di non essere riconoscibile).
    E' un errore che non rifarò, per non dar appoggio a chi è più interessato alla forma che al contenuto, perchè chi si è sentito chiamato in causa Troverebbe, se volesse, ampio spazio di replica nel mio blog, come ha già fatto Alberto Corte Sualon.
    Nella mia risposta precedente credo di aver evidenziato il fatto che, manuale Cencelli o meno, trovo politicamente naturale occupare i posti di controllo con persone più vicine alla propria linea politica, e quindi mi sento "lontano" dalle posizioni del "non firmatario" di questo scritto e ancor più lontano da quella lunga lista di "non nomi" che affollavano il blog martiniano e che ancora, sporadicamente, gettano fango su questo o quello.
    Ricordo, a tutti i figli di Halzeimer, quante se ne dissero soprattutto offendendo professionisti e volontari SERI che occupano od occupavano la Commissione edilizia, l'Ufficio Tecnico, l'Anagrafe, l'azienda di soggiorno, l'"Auronzo d'inverno".
    Io credo nella buona fede di chi amministra, quindi presuppongo che se ci si appoggia ad una persona piuttosto che ad un'altra sia nella speranza di migliorare il paese.
    Se col tempo verremo smentiti, cioè ci renderemo conto che sono state sostituite figure discrete se non ottime con degli inetti solo per ricambiare il voto, allora dovremmo tutti alzare la voce, e chiedere la testa dei responsabili. Ma fino ad allora, fino a tale comprova, lasciamoli lavorare.
    Ribadisco comunque il concetto che avrei preferito leggere una replica, con qualsiasi tono, al post in oggetto piuttosto che sentirmi "minacciato" per ciò che ho pubblicato, e sentire "pressioni" col fine di svelare il nome dell'autore.
    Buona giornata a tutti.



    RispondiElimina